I cookie ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi, l'utente accetta le nostre modalità d'uso dei cookie.

Bandi e Avvisi

Cavalcavia ferroviario, ottocento giorni di stop


Il cavalcavia sulla linea ferroviaria che collegherà la contrada Muscale alla Piazza Trifilò, un’incompiuta che attualmente crea notevoli disagi. Era la notte del 24 giugno 2008 quando uno dei blocchi di cemento che stavano per essere collocati su dei piloni e che avrebbero costituito la campata di un piccolo ponte, ha avuto un cedimento strutturale, sbriciolandosi, senza alcuna conseguenza per le persone presenti, sui binari della tratta ferroviaria Messina – Palermo. Un’opera fondamentale per decongestionare il traffico veicolare nel centro città, il ponte, infatti, permetterà di collegare la Consolare Antica alla zona del centro e nei due grandi parcheggi di Piazza Trifilò e Piazza IV Luglio. Da quella notte, i lavori che la RFI ha affidato alla ditta Ricciarello di Brolo, prossimi alla conclusione, sono stati bloccati dalla Magistratura.
“Da ottocento giorni aspettiamo una risposta – ha dichiarato il Sindaco Enzo Sindoni – è uno scandalo che non può più continuare. Da più di due anni si attende il dissequestro dell’area per riaprire il cantiere e consegnare alla cittadinanza una opera di grandissima utilità. Un incidente senza particolari conseguenze come molti ne accadono, per questo però, inspiegabilmente, la Magistratura non ha ancora preso una decisione. Un affronto che Capo d’Orlando non merita e che personalmente non posso più consentire. Per questo motivo, in assenza di risposte chiare, assumerò, nei prossimi giorni una iniziativa pubblica”.